Un viaggio sospeso nel tempo in Yemen, il cui paesaggio è un teatro di guerra diviso tra bellezza e distruzione, suggestione e desolazione.

Il conflitto armato in corso in Yemen ha colpito tutti gli aspetti della vita sociale, causando seri problemi per la fornitura di servizi pubblici, tra i quali la gestione dei rifiuti, l'elettricità e l'approvvigionamento idrico. Le conseguenze per l'ambiente sono disastrose e stanno contribuendo al deterioramento della salute pubblica. La bellezza del paesaggio si scontra visivamente con le cicatrici impresse sulle costruzioni antropiche. Le montagne frastagliate si stagliano oltre le aree abitate, i dirupi rocciosi e le enormi vette, i modi in cui la natura si articola, sembrano ammonire la popolazione, come un promemoria del caos che sta devastando il paese da quasi 4 anni. I pozzi inquinati e l'acqua infetta, solo l'anno scorso, hanno causato più di un milione di casi di diarrea e colera. Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), sono stati segnalati centinaia di casi sospetti di difterite in Yemen, dove la malattia è riemersa con l’indebolimento del sistema sanitario del paese a causa della guerra in corso e dell’embargo sui beni essenziali. Barricate di pietre, immondizia, rifugi improvvisati ed edifici distrutti cambiano l'identità del paesaggio, rivelando e nascondendo al tempo stesso i segni di una guerra invisibile. Una documentazione dell'impatto che la distruzione dell'ambiente sta avendo sul paese, ormai sull'orlo del collasso.

 

YEMEN UNVEILED (2018)